Accedi

Tendenze e sviluppi

Tendenze e sviluppi

Opposizione marchi

Tendenze e sviluppi

Stampa

Il "rischio futuro non ipotetico" che il segno "Master" sia utilizzato nell’UE è sufficiente alla Coca-Cola per opporsi alla registrazione

Il .

marchi
Tags: marchi

La Coca-Cola può opporsi alla registrazione del segno "Master", che utilizza la sua stessa scrittura per la commercializzazione di bevande e prodotti alimentari. Benché il segno "Master" sia utilizzato con una forma analoga a quella della Coca-Cola soltanto in Siria e in Medio Oriente, la Coca-Cola può provare il rischio di parassitismo economico mediante deduzione logica, nella misura in cui è probabile che "Master" sia in futuro utilizzato allo stesso modo nell'Unione Europea.

Stampa

Medicinali per uso umano: presupposti per conseguire il certificato di protezione complementare

Il .

brevetti

E’ stata emessa dalla Corte di Giustizia UE una pronuncia pregiudiziale sull’interpretazione dell’articolo 3, lettera b), del regolamento (CE) n. 469/2009 sul certificato protettivo complementare per i medicinali e dell’articolo 28, paragrafo 4, della direttiva sui medicinali n. 2001/83/CE, con particolare riferimento ai presupposti richiesti per il rilascio del CPC nell'ambito della procedura decentrata.

Stampa

La competenza delle sezioni specializzate: il giudice del merito nel risolvere una questione di competenza non può utilizzare prove costituende, ma soltanto prove precostituite

Il .

proprietà intellettuale

La Corte di Cassazione è tornata a pronunciarsi, con riferimento ad una controversia riguardante la risoluzione per inadempimento di un contratto di franchising, sull’art. 134 del codice di proprietà industriale recante disposizioni in materia di competenza delle sezioni specializzate previste dal decreto legislativo 27 giugno 2003, n. 168.

Stampa

Modalità di rappresentazione dei nuovi marchi: i chiarimenti dell’EUIPO

Il .

marchi
Tags: marchi ue

L'eliminazione dell'obbligo di rappresentazione grafica dalla definizione di marchi UE e marchi nazionali è uno dei cambiamenti chiave introdotti dalla nuova direttiva (UE) 16 dicembre 2015, n. 2015/2436 sui marchi d’impresa, in quanto apre la strada all'accettazione di nuovi tipi di marchio e di nuovi mezzi di rappresentazione.

Stampa

Marchi+3: in partenza il nuovo bando per la valorizzazione dei titoli di proprietà industriale

Il .

proprietà industriale

Il Ministero dello sviluppo, con un comunicato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 6 dicembre 2017, n. 285, ha reso noto l'"Avviso relativo al bando per la concessione di agevolazioni alle imprese per favorire la registrazione di marchi comunitari e internazionali - Marchi+3".

Stampa

Software: il digital divide nella Rete e in Internet

Il .

Nella Società dell’Informazione lo sviluppo della tecnologia informatica ha definito la fase risolutiva del processo di separazione, proprio dell’era digitale, tra il contenuto di un’opera autoriale (c.d. «corpus mysticum») e il supporto materiale (c.d. «corpus mechanicum»)[1]: si assiste quindi ad una dematerializzazione dei contenuti, formulati secondo un «codice informatico», la quale ha generato un’importante mutamento dei processi di realizzazione e distribuzione delle opere e altresì degli schemi di accesso alle informazioni. Questo ha dato atto, come specifica la dottrina[2], ad un passaggio «da un sistema di fruizione passiva dei contenuti, proposto dai media tradizionali (c.d. “push technology”)», ad «una modalità di acquisizione attiva delle risorse» nel lasso di tempo e dal luogo personalmente selezionato dal singolo utente (c.d. «pull technology»).