Accedi

Tendenze e sviluppi

Tendenze e sviluppi

Opposizione marchi

Tendenze e sviluppi

Stampa

Marchi, stop alle “caramelle” per gli sviluppatori di app

Il .

Tags: marchi

Il 22 gennaio l'USPTO, l'ufficio IP statunitense, ha approvato (dopo quasi un anno) la richiesta di registrazione del marchio "CANDY" da parte della King.com, la software house autrice del famoso gioco per smartphone e tablet  "Candy Crush Saga".

La notizia, data la grande popolarità del gioco, ha destato molto interesse e suscitato molte polemiche data la natura estremamente generica del termine registrato.

E' bene sottolineare che il marchio in questione è stato registrato solo per tre classi della Classificazione internazionale di Nizza, e cioè la classe 9 (programmi informatici e software di qualsiasi tipo e qualunque sia il loro supporto di registrazione o di diffusione, i software registrati su supporti magnetici o scaricati da una rete informatica esterna), la classe 25 (articoli di abbigliamento, scarpe, cappelleria) e la classe 41 (educazione; formazione; divertimento, compresi servizi il cui scopo essenziale è lo svago, il divertimento o la ricreazione di individui).

Gli eventuali oppositori avranno un mese di tempo prima che il marchio sia definitivamente pubblicato.

La King.com ha già iniziato a inviare diffide agli autori di alcune delle innumerevoli imitazioni della loro creazione. E' noto infatti come, soprattutto per i prodotti a rapido consumo come i giochi per smartphone, sia molto diffusa l'abitudine di "agganciarsi" ad un prodotto che va per la maggiore, magari per un periodo di tempo limitato, per sfruttare la sua popolarità.