Accedi

Tendenze e sviluppi

Tendenze e sviluppi

Opposizione marchi

Tendenze e sviluppi

Stampa

Comunicato del MISE sulla modifica delle modalità di elencazione dei prodotti nelle domande di marchio

Il .

Tags: marchi

UpdateAggiornamento
Il Ministero dello Sviluppo Economico, con Comunicazione del 16 aprile 2014, informa che, a partire dal 20 maggio 2014, a seguito della sentenza della Corte di Giustizia UE "IP Translator" (causa C-307/10 del 19 giugno 2012), le domande di registrazione dovranno essere fatte con modalità differenti.

In particolare ogni deposito di marchio dovrà contenere l'elencazione analitica dei beni e servizi che si intendono proteggere, preceduti dal numero della classe.

Inoltre per le domande nell'ambito delle indicazioni considerate generiche, l'indicazione stessa dovrà avere il requisito della chiarezza e precisione.

Infine per le domande non presenti nella Classificazione di Nizza, occorrerà seguire le indicazioni degli strumenti online UAMI e WIPO (TM Class e G&S Manager).

 

AGGIORNAMENTO DEL 22/5/14

l’UIBM comunica che Infocamere ha confermato che nella procedura di deposito telematico è ora presente tra gli allegati da selezionare quello relativo a “Elenco Prodotti e Servizi”  che dichiara l’esistenza del file PDF (che deve essere firmato digitalmente) con cui vengono riportati la classe e la lista dei prodotti/servizi che si intende proteggere.

Il nuovo allegato PDF deve essere utilizzato per l’elencazione di tutti i prodotti e servizi della domanda di marchio. Quindi il riquadro E del modulo C della domanda sia in formato cartaceo che nella versione telematica dovrà essere compilato solo con i seguenti dati:

Riquadro E1: numero della classe o delle classi in cui ricadono i prodotti/servizi elencati nel documento PDF;

Riquadro E2:  vedere  l'elenco allegato.

 

AGGIORNAMENTO DEL 22/5/14

l’UIBM ha emanato lo scorso 23 maggio un’ulteriore circolare chiarificativa, relativa alla comunicazione del 16 aprile u.s., destinata in particolare alle Camere di Commercio.