Accedi

Tendenze e sviluppi

Tendenze e sviluppi

Opposizione marchi

Tendenze e sviluppi

Stampa

In arrivo l'IGP per il «WATERFORD BLAA»/«BLAA»

Il .

Il Ministero della politiche agricole alimentari e forestali, con comunicato pubblicato nella G.U. n. 121 del 25 maggio 2013, rende noto che nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea - serie C n. 134 del 14 maggio 2013, a norma dell'art. 50, paragrafo 2, lett. a) del  Regolamento (UE) n. 1151/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio sui regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari, è stata pubblicata la domanda di registrazione quale Indicazione Geografica Protetta, presentata dall'Irlanda ai sensi dell'art. 49 del Reg. (UE)  n. 1151/2012, per il prodotto entrante nella categoria Prodotti della panetteria, pasticceria, confetteria e biscotteria - «WATERFORD BLAA»/«BLAA».

Nella stessa Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea n. C 134 del 14 maggio 2013 - rende sempre noto il Ministero con altri due distinti comunicati - sono state pubblicate sia la domanda di modifica, presentata dalla Repubblica Ceca, del disciplinare della  denominazione registrata per il prodotto entrante nella categoria - Birra - «ČESKOBUDĚJOVICKE' PIVO», sia la domanda di modifica, presentata dalla Francia, del disciplinare della denominazione registrata per il prodotto entrante nella categoria - Altri prodotti di  origine  animale  (uova,  miele, prodotti  lattiero-caseari  tranne  il  burro   ecc)   -   «Miel   De Corse»/«Mele Di Corsica».  

Copia di ciascuna domanda contenente la descrizione del disciplinare di produzione è disponibile presso il Ministero delle politiche  agricole  alimentari  e  forestali  -  Dipartimento  delle politiche competitive della qualità agroalimentare e della  pesca  - Direzione Generale per la promozione della qualità agroalimentare - PQA  III,  Via  XX  Settembre  n.  20  -  Roma,  per  gli   operatori interessati, i quali  potranno  prenderne  visione,  trarne  copia  e formulare eventuali osservazioni entro trenta giorni  dalla  data  di pubblicazione del  relativo comunicato, ai sensi dell'art. 51, paragrafo 1, secondo comma, del predetto regolamento comunitario.