Accedi

Tendenze e sviluppi

Tendenze e sviluppi

Opposizione marchi

Tendenze e sviluppi

Stampa

In arrivo l'IGP per il «LIERS VLAAIKE»

Il .

Il Ministero della politiche agricole alimentari e forestali, con comunicato pubblicato nella G.U. n. 160 del 10 luglio 2013, rende noto che nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea - serie C n. 177 del 22 giugno 2013, a norma dell'art. 50, paragrafo 2, lett. a) del  Regolamento (UE) n. 1151/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio sui regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari, è stata pubblicata la domanda di registrazione quale Indicazione Geografica Protetta, presentata dal Belgio ai sensi dell'art. 49 dello stesso Regolamento (UE)  n. 1151/2012, per il prodotto entrante nella categoria «Prodotti di panetteria, pasticceria, confetteria o biscotteria» - «Liers Vlaaike».

Rende sempre noto il Ministero con altri due distinti comunicati che sono state pubblicate sia la domanda di registrazione quale specialità tradizionale garantita, presentata dalla Lettonia, ai sensi dell'art. 51 del Reg. CE n. 1151/2012, per  il  prodotto  entrante nella categoria - Prodotti della confetteria, della panetteria, della pasticceria o della biscotteria - «SALINĀTĀ RUDZU RUPJMAIZE» nella G.U.U.E. n. C n. 177 del 22 giugno 2013, sia la domanda di modifica, presentata dalla Spagna, ai sensi dell'art. 53 del  Reg. (UE) n. 1151/2012, del disciplinare della denominazione registrata per il prodotto entrante nella categoria - Ortofrutticoli e cereali, freschi o  trasformati - «Melocoton De Calanda» nella G.U.U.E. n. C n. 179 del 25 giugno 2013.

Copia di ciascuna domanda contenente la descrizione del disciplinare di produzione è disponibile presso il Ministero delle politiche  agricole  alimentari  e  forestali  -  Dipartimento  delle politiche competitive della qualità agroalimentare e della  pesca  - Direzione Generale per la promozione della qualità agroalimentare - PQA  III,  Via  XX  Settembre  n.  20  -  Roma,  per  gli   operatori interessati, i quali  potranno  prenderne  visione,  trarne  copia  e formulare eventuali osservazioni entro trenta giorni  dalla  data  di pubblicazione del  relativo comunicato, ai sensi dell'art. 51, paragrafo 1, secondo comma, del predetto regolamento comunitario.