Accedi

Tendenze e sviluppi

Tendenze e sviluppi

Opposizione marchi

Tendenze e sviluppi

Stampa

Brevetto unitario: l'Italia è stata ammessa come "osservatore" nella discussione sul progetto di regolamento

Il .

Il 10 e l'11 dicembre 2013 si è svolta a Monaco di Baviera la sesta riunione del Comitato ristretto del Consiglio di Amministrazione dell'EPO, nel corso della quale si è proceduto ad una prima lettura del progetto di regolamento in materia di tutela brevettuale unitaria.

In particolare, si è discusso delle regole riguardanti le procedure che saranno amministrate dall'EPO nello svolgimento dei compiti affidati dagli Stati membri ai sensi dell'articolo 9.1 del Regolamento UE n. 1257/2012 per la concessione dei brevetti unitari.

Si è altresì discusso del futuro funzionamento del regime di compensazione dei costi per le traduzioni nel caso di domande di brevetto unitario depositate in lingue diverse dalle tre lingue ufficiali dell’EPO (tedesco, francese e inglese), nonchè del documento recante i principi di bilancio e contabili per i ricavi e le spese da amministrare connessi alla tutela brevettuale unitaria.

Infine, si è deciso di ammettere come "osservatori" nella discussione sul progetto di regolamento per il brevetto unitario i seguenti Stati contraenti dell'EPO: Svizzera, Turchia, Spagna, Albania, San Marino, Italia, Norvegia, Croazia, Principato di Monaco e Serbia (altri Stati contraenti potrebbero essere ammessi su richiesta).

 

Fonte: EPO