Accedi

Tendenze e sviluppi

Tendenze e sviluppi

Opposizione marchi

Tendenze e sviluppi

Stampa

E' italiano uno dei finalisti per la categoria “Industry” allo European Inventor Award 2014

Il .

Tags: brevetti

Si tratta del professor Luigi Cassar che, con il suo team del gruppo italiano Italcementi, concorrerà come finalista alla manifestazione organizzata dall'EPO, giunta quest'anno alla nona edizione.

Ne dà notizia l'EPO con un comunicato pubblicato oggi nel quale illustra i dettagli dell'invenzione, il calcestruzzo "mangia-smog", e spiega i motivi che l'hanno portata a contendersi l'ambito premio.

L’inquinamento atmosferico e le sue conseguenze costituiscono un problema per tutte le principali metropoli.
I gas di scarico sono nocivi sia per l’ambiente circostante che per la nostra salute, oltre a scolorire il paesaggio edificato. Grazie all’invenzione del chimico Luigi Cassar, gli esterni degli edifici ora possono non solo rimanere puliti più a lungo, ma anche contribuire a neutralizzare i componenti inquinanti migliorando con ciò la qualità dell’aria.  Un sottile strato di  un rivestimento innovativo per il  cemento e la luce del sole sono gli unici elementi necessari per iniziare un’autopulizia che perduri, sia  per le facciate degli edifici che per l’atmosfera circostante.

Commenta il Presidente dell'EPO Benoit Battistelli:

Questo duplice risultato rende il cemento di Cassar una invenzione di valore inestimabile per la qualità della vita nelle città di tutto il mondo, oltre che un prodotto estremamente appetibile per tutti i futuri progetti di costruzione e rigenerazione urbana. Infatti, non solo previene gli antiestetici effetti dell’inquinamento ambientale ma contribuisce significativamente a migliorare la qualità dell’aria.

Il prodotto derivante dall'invenzione, chiamato "Tx Active", è in commercio dal 2006 ed è stato già utilizzato in molte occasioni e lo sarà anche per la realizzazione di "Palazzo Italia", l’edificio simbolo di Expo 2015, nel quale la superficie esterna e parte degli interni saranno costruiti utilizzando il nuovo cemento biodinamico con il suo principio attivo “mangia smog”, le cui caratteristiche sono state certificate da test scientifici: in base ad uno studio effettuato, le superfici rivestite con il prodotto di Italcementi riducono di circa l’70% l’ossido di azoto contenuto nell’aria.