Accedi

Tendenze e sviluppi

Tendenze e sviluppi

Opposizione marchi

Tendenze e sviluppi

Stampa

L'Economist attacca la lentezza del sistema giudiziario italiano. Un gruppo di giuristi risponde.

Il .

Il 17 luglio, il settimanale inglese The Economist, aveva dedicato all'Italia un articolo dal titolo eloquente, "Justice denied?", dove metteva in evidenza il fatto che la lentezza della giustizia è uno dei fattori che frenano l'economia italiana.

Lo stesso articolo sosteneva che ci sono aziende che esportano in tutta Europa ma non in Italia spaventate dall'alto tasso di contraffazione e dai tempi lunghi per ottenenere un eventuale risarcimento.

Secondo i dati citati di (fonte OCSE) la durata media di un processo civile in Italia e di circa 3 volte quello medio dei paesi OCSE, addirittura 6 volte quello del Giappone.

Il 14 agosto quattro avvocati e giuristi italiani (Daniela Mainini avvocato e presidente del dipartimento anticontraffazione del Centro Studi Grandi, Marina Tavassi presidente della sezione specializzata di Milano, Cesare Galli avvocato e professore di diritto della proprietà industriale presso l'Università di Parma e Antonio Salerno avvocato e professore associato al Politecnico di Milano), hanno inviato in risposta a quell'articolo una lettera al direttore del settimanale sostenendo che, il sistema giudiziario italiano (con alcune eccezioni) è lento, ma sostenere che le aziende non esportano in Italia per evitare contraffazioni e risarcimenti incerti, è un'affermazione eccessiva e non documentabile.

I quattro sottolineano come dal 2003 siano state istituite le sezioni specializzate nelle principali città italiane e che le questioni urgenti in materia di proprietà intellettuale vengono deliberate in breve tempo. Non solo, l'Italia è tra i paesi europei che riconoscono i risarcimenti per danni più alti.

Infine essi sostengono che la fiducia nel sistema delle aziende italiane e straniere è dimostrata dal numero di brevetti richiesti e rilasciati che vede l'Italia al quarto posto in Europa e al quindicesimo nel mondo.