Accedi

Tendenze e sviluppi

Tendenze e sviluppi

Opposizione marchi

Tendenze e sviluppi

Stampa

Il regolamento per la tutela del diritto d’autore sulle reti di comunicazione elettronica dell'AGCOM attaccato anche dall'ultimo rapporto della Freedom House

Il .

Ancora polemiche sul regolamento per la tutela del diritto d’autore sulle reti di comunicazione elettronica dell'AGCOM, presentato in luglio e in vigore probabilmente già dal mese prossimo.

Dopo le critiche sollevate in Italia, in particolare dall'associazione Sitononraggiungibile, è ora la volta della prestigiosa Freedom House, l'organizzazione non governativa internazionale che conduce attività di ricerca e sensibilizzazione su democrazia, libertà politiche, e diritti umani che, nel suo rapporto annuale sulla libertà su internet, cita con preoccupazione il suddetto regolamento: "secondo la proposta, l’agenzia potrebbe bloccare i siti web ospitati al di fuori del paese e rimuovere i contenuti su server italiani attraverso una revisione interna di cinque giorni, senza alcun grado di supervisione giudiziaria. La mossa è stata criticata dal Parlamento europeo e dai sostenitori della libertà di internet."

Oggetto della critica quindi, ancora una volta, è l'intromissione di un ente amministrativo di nomina governativa in competenze giudiziarie, quindi il pericolo che una questione di grande rilievo come la libertà di espressione possa essere controllata - almeno in parte - dal governo di turno.