Accedi

Tendenze e sviluppi

Tendenze e sviluppi

Opposizione marchi

Tendenze e sviluppi

Stampa

Copia privata: la normativa italiana è conforme alle raccomandazioni europee

Il .

Il Ministro agli affari europei, Enzo Moavero Milanesi, con riferimento alla riforma del diritto d'autore avviata dalla Commissione europea, ha dichiarato a Bruxelles che "la normativa italiana è in linea con le raccomandazioni riguardanti la copia privata e la riproduzione”, che invitano gli Stati membri ad un’armonizzazione dei prelievi, ma anche a prevedere sostegni agli investimenti e agli sforzi creativi degli aventi diritti.

Tali raccomandazioni sono state presentate lo scorso 31 gennaio al Commissario europeo per il mercato interno, Michel Barnier, da Antonio Vitorino nominato mediatore nel dialogo sui prelievi per le copie private. Nella relazione elaborata, Vitorino ha concluso sostenendo che i sistemi di prelievo attuali creano grandi problemi per il mercato interno, e sottolineando che il sistema di prelievo per copia privata non è adattato all'era digitale.

Il Ministro per gli affari europei ha però fatto alcune precisazioni riguardo al progetto di modifica della Direttiva europea n. 2001/29/CE sull’armonizzazione di taluni aspetti del diritto d’autore e dei diritti connessi nella società dell’informazione (che in Italia ha avuto attuazione con il D.Lgs. 9 aprile 2003 n. 68), nella parte riguardante la gestione collettiva dei diritti d’autore. Ha richiamato, in particolare, l'attenzione sulla questione che“ potrebbero crearsi elementi di discriminazione tra società di gestione collettiva dei diritti d’autore di tipo tradizionale e altre tipologie di enti, pur sempre imprese, che svolgono gli stessi compiti su base commerciale”.