Accedi

Tendenze e sviluppi

Tendenze e sviluppi

Opposizione marchi

Tendenze e sviluppi

Stampa

Comunicato relativo al decreto di riordino del diritto connesso al diritto d'autore

Il .

Con comunicato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 22 maggio 2014, n. 117, in riferimento al decreto del 17 gennaio 2014 "Riordino della materia del diritto connesso al diritto d'autore, di cui alla legge 22 aprile 1941, n. 633 e successive modificazioni" (emanato dal Presidente del Consiglio dei ministri, di concerto con il Ministro del lavoro e delle politiche sociali e con il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo), il Dipartimento per l'informazione e l'editoria della Presidenza del Consiglio dei ministri, il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e il Ministero del lavoro e delle politiche sociali hanno reso noto che

fermo restando il 31 gennaio 2014 quale data di riferimento del numero dei mandati esplicitamente conferiti ai fini del calcolo della percentuale di cui all'art. 3, comma 4, del decreto, il solo termine del 28 febbraio 2014, indicato quale scadenza per le comunicazioni da effettuare alla SIAE, è da intendersi prorogato al 30 giugno 2014.

Si ricorda che nel comma 4 dell'art. 3 del decreto ("Modalità di ripartizione dei compensi derivanti da riproduzione privata, ad uso personale, di fonogrammi e di videogrammi"), si legge quanto segue:

"4. In prima applicazione del presente decreto, con esclusivo riferimento alle annualita' 2012 e 2013, salvo diverso accordo tra tutte le imprese di settore di cui all'art. 3, comma 2, del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 19 dicembre 2012, i compensi derivanti da riproduzione privata, ad uso personale, di fonogrammi e di videogrammi, sono attribuiti a ciascuna delle imprese di cui all'art. 3, comma 2, del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 19 dicembre 2012, in misura percentuale rapportata, separatamente per il settore audio ed il settore video, al numero di mandati esplicitamente conferiti a ciascuna impresa dagli artisti interpreti ed esecutori alla data del 31 gennaio 2014. Le imprese comunicano alla SIAE entro il 28 febbraio 2014, gli accordi conclusi ovvero, in mancanza, il numero di mandati ad esse esplicitamente conferiti.".