Accedi

Tendenze e sviluppi

Tendenze e sviluppi

Opposizione marchi

Tendenze e sviluppi

Stampa

Equo compenso per copia privata: arriva dinanzi alla CGUE la domanda di pronuncia pregiudiziale

Il .

A seguito della decisione del Consiglio di Stato, emessa con sentenza del 18 febbraio 2015, n. 823, sugli appelli proposti, contro diverse sentenze del TAR Lazio del 2012, da Fastweb, Sony, Nokia, Wind, Dell, Samsung, Telecom Italia e HP, con cui era stata disposta la rimessione, all’esame della CGUE, della questione di corretta interpretazione del diritto comunitario in materia di diritto d’autore, con particolare riferimento alla idoneità di dispositivi e supporti di riproduzione ad essere assoggettati all’obbligo di pagamento dell’equo compenso, il 2 marzo 2015 è stato depositato il relativo atto introduttivo del giudizio dinanzi alla Corte di Giustizia dell'Unione Europea con il numero di procedimento C-110/15 (Nokia Italia e a.).