Accedi

Tendenze e sviluppi

Tendenze e sviluppi

Opposizione marchi

Tendenze e sviluppi

Stampa

Prodotti irregolari fermati in dogana

Il .

Grazie alla costante attività dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, in queste ore sono state svolte numerose azioni di fermo amministrativo di merce irregolare che violava disciplinari sull'etichettatura, sulla sicurezza ed il "Made in Italy".

A Palermo ieri la dogana ha fermato ben 26.000 lampade a fluorescenza presenti in un container proveniente dalla Repubblica Popolare Cinese e destinate al mercato italiano.

Le lampade violavano due disciplinari, il primo relativo alle prescrizioni sull'etichettatura ed il secondo ai requisiti di sicurezza per i prodotti elettrici.

Invero il consumo energetico riportato in etichetta non era conforme alle nuove prescrizioni dell’allegato I del reg. UE 874/2012.
Circa la mancanza dei requisiti di sicurezza questa è stata rilevata grazie ad un'analisi dell’Istituto del Marchio di Qualità (I.M.Q.) di Milano.

In aggiunta, oggi l'Agenzia delle Dogane segnala che funzionari della Dogana di La Spezia hanno intercettato 3.600 “addizionatori di gas per bevande”, provenienti anch'essi dalla Repubblica Popolare Cinese con sopra riportata la falsa indicazione "Made in Italy".

Ugualmente la merce è stata fermata e l'importatore denunciato dalla Procura della Repubblica per violazione degli artt. 517 c.p. e 4 e 49 della Legge 350/2003