Stampa

La riforma del marchio comunitario va in stallo

Scritto da Stefano Sandri Il .

Cecilia Wikström, membra del Parlamento Europeo e rapporteur della Riforma del marchio comunitario (Regolamento e Direttiva) ha pubblicamente denunciato il ritardo con cui procedono i negoziati per varare il progetto di riforma che difficilmente entrerà in vigore entro l’anno, come previsto.

Il rinnovo del Parlamento, seguito alle elezioni politiche, ha comportato che chi aveva seguito il testo della riforma ha lasciato, per cui molto del lavoro già fatto e degli accordi raggiunti dovranno essere rinegoziati.

Al centro del dibattito, comunque, sono le risorse finanziarie che l’UAMI dovrebbe destinare all’assistenza degli Uffici nazionali che sono rappresentati all’interno del Consiglio di amministrazione dello stesso Ufficio di Alicante, risorse che evidentemente suscitano i più diversi interessi.

 


Prof. Avv. Stefano Sandri